Catina Basi, la lady degli accappatoi